JD Pardo: intervista + photoshoot per TheWrap

La star di “Mayans MC”, JD Pardo, intervistato da The Wrap ha parlato della sua prima esperienza in sella ad una Harley, del suo personaggio EZ e della dinamica padre-figlio nello spinoff. (Servizio fotografico a cura di Benjo Arwas)

Prima d’iniziare a filmare “Mayans MC”, JD Pardo non era mai stato su una motocicletta. Ha dovuto imparare come “rispettare” la sua Harley nel modo più doloroso…

“Sono andato in una scuola-guida Harley, e dopo un paio di settimane ci hanno sbattuto su quei bolidi, capisci? I Sons of Anarchy guidavano Dynas, per me quelle sono molto più semplici da controllare rispetto ad un’enorme Harley con manubri alti 22 pollici! Perché le tue braccia si trovano quassù (gesticola con le sue braccia alzandole fino quasi alla testa) e giri con tutto il corpo”.

 

Nonostante la sua mancanza d’esperienza, Pardo ha detto di aver mostrato un certo livello di “sbruffonaggine” quando hanno iniziato a filmare le scene in sella alle moto.

“Il primo giorno di riprese, sono salito sulla mia moto e guidavo molto tranquillo; ero tipo in quarta e mi sentivo così spavaldo. Dicevo ‘Oh mio Dio, ma è la cosa più facile che esista! Cos’è tutta questa storia sul dover essere un guidatore esperto? E’ facile!”

Ma la passeggiata in moto non è andata così liscia come l’olio…

 

“Durante una delle riprese, sono andato giù. Dovevo fare un’inversione a U ma il bordo del mio cerchione ha preso della ghiaia e sono scivolato. Vado in panico e sai immediatamente senti quell’aria e cerchi di spostare la moto dal lato opposto per contrastarla… ma poi la moto si era spenta. Fortunatamente avevo premuto il pulsante d’emergenza e mi sono rovesciato con la moto.

E’ stato imbarazzante. Quando sono risalito sulla moto, c’era il coordinatore degli stuntman e un sacco di altra gente che mi urlavano ‘Te l’ho detto di stare attento!’ Ma adesso ci sto aggrappato… ho un enorme rispetto per quella moto.”

 

Pardo interpreta il prospect Ezekiel “EZ” Reyes, che all’inizio della serie è appena uscito di prigione, dopo essere passato dalle stelle alle stalle.

“All’inizio della serie scoprite che EZ era un ragazzo prodigio nella sua comunità. Ma un tragico evento accadde e finì in prigione. Una volta fuori, diventa un prospect dei Mayans. Ci sono molte cose che succedono con lui a livello emotivo e mentale.

Prova molta vergogna nel dover ritornare a casa, in una città in cui tutti avevano alte aspettative su di lui. Ha un forte senso di colpa nel non essere diventato ciò che desiderava suo padre ed inoltre c’è il dolore per aver perso l’amore della sua vita… insomma sta cercando di ricostruire se stesso, di rifarsi una vita un pezzo alla volta.”

 

Sulla dinamica padre-figlio, tra il suo personaggio e quello interpretato da Edward James Olmos, spiega:

“Credo sia una dinamica che Kurt Sutter e Elgin James abbiano sviluppato in modo splendido. Volevano creare un’atmosfera diversa in Mayans rispetto a Sons. In Sons c’era Gemma, la matriarca, e Jax aveva un legame molto forte con lei. Kurt in Mayans vuole mostrare il rapporto tra un padre e suo figlio, anzi suoi figli (EZ ha un fratello, Angél). A livello culturale, per i Latini è difficile anche solo conversare con proprio padre. Con tua madre puoi mostrarti più sensibile, avere conversazioni a cuore aperto ma con tuo padre… scordatelo! [ride]

E’ una relazione interessante da esplorare. Scoprirete che entrambi soffrono nel non riuscire a parlare di ciò che provano, ma nonostante questo sono sempre presenti l’uno per l’altro.”

Fonte: TheWrap
[Photoshoot: Benjo Arwas]

Lilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *