Kurt Sutter sta pensando ad un nuovo show tv

By in gennaio 28, 2016 • Filed in: Kurt Sutter, News

Kurt Sutter

Durante la conferenza invernale del Television Critics Association, l’Amministratore Delegato FX John Landgraf ha offerto alcuni aggiornamenti sui prossimi progetti di Kurt Sutter.

Landgraf ha rivelato ai giornalisti presenti all’evento tenutosi a Pasadena, in California, che Sutter sta “lavorando ad un’idea per un nuovo show” per FX, il network per il quale lavora da anni, ed è prossimo ad impegnarsi nella realizzazione dello spinoff di “Sons of Anarchy”, in gestazione da tempo ormai. Sutter, però, non ricoprirà ruoli di primo piano: non scriverà le sceneggiature degli episodi, né tanto meno sarà lo showrunner incaricato di occuparsi della serie tv, incentrata sul club dei Mayans. Figurerà soltanto come consulente.

In seguito alla cancellazione di “The Bastard Executioner”, Landgraf ha suggerito a Sutter di “prendersi un po’ di tempo per riposarsi”, ma Sutter ha risposto a Landgraf che non riusciva proprio a smettere di scrivere. “Ritornerà a presentarmi le sue idee molto presto”.

Fonte: Variety



Charlie Hunnam: il servizio fotografico di “King Arthur” tra i migliori del 2015 secondo Entertainment Weekly

By in dicembre 17, 2015 • Filed in: Charlie Hunnam

Come da tradizione, anche questo Dicembre “Entertainment Weekly” ha pubblicato un numero speciale con le proprie classifiche riguardanti “Il Meglio e il Peggio dell’anno” su tutto ciò che ha popolato il cinema, la televisione, l’industria della musica, la letteratura e il mondo dei videogames.

Il 2015 è stato l’anno in cui si è detto Addio a Don Draper (Mad Men) e “Hello” a Adele; i dinosauri sono stati sconfitti e nuovi supereroi hanno fatto la loro comparsa; qualcuno è sbarcato su Marte e tutti noi abbiamo provato sconvolgenti emozioni, anche grazie a film d’animazione che ci hanno portato a riflettere sui noi stessi “dentro e fuori” (Inside Out).

Nella rubrica “Picture Perfect”, tra le immagini inedite più belle dei vari servizi fotografici a cura di EW, un posto speciale è riservato al nostro Charlie Hunnam con il suo photoshoot dedicato al film del regista inglese Guy Ritchie “King Arthur: Knights of the Round Table”, che lo vedrà impersonare la figura leggendaria di Re Artù (nei cinema italiani a partire dall’8 Settembre 2016).

Charlie Hunnam King Arthur EW Dicembre 2015

“Charlie Hunnam crescerà e diventerà un grande attore perché ha la fame di farlo”, ha osservato il fotografo Marc Hom dopo aver gironzolato sul set Londinese di “King Arthur” insieme al protagonista principale (per l’appunto Charlie, n.d.r.), mentre le riprese la produzione si avviavano verso la loro conclusione. “Era molto coinvolto nel servizio fotografico,” Hom ricorda. “E’ stato divertente andare in giro con lui”.



Theo Rossi sarà Shades nella serie tv Netflix “Luke Cage”

By in ottobre 2, 2015 • Filed in: News

Theo Rossi

Direttamente dalla Marvel abbiamo l’ufficialità che Theo Rossi, noto ai fans di “Sons of Anarchy” per aver interpretato per 7 stagioni il personaggio di Juan Carlos “Juice” Ortiz, sarà uno dei protagonisti del cast che popolerà la nuova serie tv Netflix “Luke Cage”.

Rossi interpreterà “Shades”, uno spietato criminale legato al misterioso passato del personaggio principale che dà il titolo allo show, appunto Luke Cage.

“Theo Rossi è come un coltellino svizzero – non importa cosa gli porti, lui ha sempre uno strumento adatto – ed è giocosamente imprevedibile”, ha detto il produttore esecutivo della serie e showrunner Cheo Hodari Coker. “Il suo Shades sarà qualcuno che odierete amare.”

Creato da Archie Goodwin e George Tuska, il personaggio di Shades ha fatto la sua prima apparizione in “Luke Cage, Hero per Hire #1″ (giugno 1972). Il suo vero nome è Victor Hernan Alvarez e inizialmente è un amico di Cage, quando entrambi erano incarcerati nella prigione di Seagate, in Georgia. Successivamente, diventa un nemico di Luke Cage, ed è descritto come implacabile, minaccioso, sveglio e con un senso pratico tipico di chi cresce per strada, manipolatore e maniaco del controllo. E’ dotato di un visore che gli permette di sparare potenti raggi esplosivi.

»Continua a leggere



Kurt Sutter parla del prequel First 9, dello spin off sui Mayans e del suo rapporto con Charlie Hunnam e Ron Perlman

By in settembre 10, 2015 • Filed in: Interviste, Kurt Sutter, Prequel First 9, Spin-Off

kurt sutter

Kurt Sutter in un’intervista per Deadline in occasione dell’imminente debutto della sua nuova serie “The Bastard Executioner”, (15 Settembre su FX USA) ha risposto anche ad alcune domande relative all’universo di “Sons of Anarchy”. Scoprite qual è la sua idea per il prequel dedicato ai First 9 e per lo spin-off sui Mayans, oltre ad alcuni retroscena riguardanti il suo rapporto personale con gli attori Charlie Hunnam e Ron Perlman, rispettivamente Jax Teller e Clay Morrow in SOA.

DEADLINE: Finisci una serie come Sons mesi prima che vada in onda e nel momento in cui ottieni l’adulazione da parte del pubblico, ognuno è andato per la sua strada lavorando a nuovi progetti. Gli Emmy ti hanno ignorato ancora una volta, ma il finale ha registrato ascolti enormi. Quali sono stati alcuni dei momenti più soddisfacenti che hai avuto con il cast di Sons?

SUTTER: Questa è una grande domanda. Credo di aver provato la rara soddisfazione di avere ottenuto proprio il senso di quello che volevo fosse lo show, quello che volevo realizzare e come volevo che finisse. Ho portato i miei personaggi lungo il viaggio che volevo intraprendessero, e questa è una cosa rara per uno scrittore. Amo il mio cast. Una delle cose più interessanti di trovarmi a Londra [per le riprese di "The Bastard Executioner", n.d.r.] è che ho avuto la possibilità di uscire insieme con Charlie Hunnam molto spesso. E’ stato davvero difficile per noi elaborare ciò che stava succedendo, mentre era in corso, ma uscire insieme per un paio di mesi ci ha permesso di metabolizzare il tutto dopo la fine di SOA.

Prima che Katey [Sagal] ed io avessimo un posto tutto nostro, soggiornavo in Charlotte Street nel quartiere di Fitzrovia [noto quartiere residenziale nella Londra centrale, dove vivono varie celebrità, n.d.r.]. Charlie viveva in un quartiere vicino, ma Guy Ritchie ha vissuto in Fitzrovia quindi forse una volta a settimana, vedevo Charlie che passava sulla sua bicicletta. Ci fermavamo per parlare e dire caz*ate. Una notte in particolare è stata così bella perché Katey era lì con me e avevamo avuto una giornata dura, eravamo stanchi per il jet-lag e ci mancava la nostra bambina. Poi Charlie è arrivato sulla sua moto e per Katey è stato come vedere uno dei suoi figli. Siamo usciti fuori per un’ora o poco più ed è stata una bellissima iniezione famigliare. Ho capito veramente quanto sono stato fortunato e quanto sia raro questo, avere costruito delle relazioni così nel corso degli anni. Amo Charlie, sul serio. Non vediamo l’ora di avere la possibilità di lavorare di nuovo insieme. Penso che si sia divertito tantissimo in “King Arthur” [il nuovo film diretto da Guy Ritchie reinterpretando la leggenda di Re Artù, n.d.r.] e c’è una parte di me che è grata per non aver spezzato completamente la sua anima per la fine del nostro show. E’ davvero in una posizione migliore rispetto a quando ha iniziato. Amo tutti i ragazzi. E’ fantastico lavorare di nuovo con Timmy [Timothy V Murphy] in “The Bastard Executioner”. Ricevo email pazzesche da Flanagan. Tutto ciò è davvero, davvero soddisfacente.

»Continua a leggere



Kurt Sutter fornisce alcuni chiarimenti sul “Progetto Mayan”

By in agosto 27, 2015 • Filed in: Kurt Sutter, News

484695394

Dopo le notizie trapelate ieri riguardo una possibile serie spin-off di “Sons of Anarchy” dedicato ai Mayans [leggi QUI], Kurt Sutter ha pensato di fornire ulteriori precisazioni in merito al progetto.

Direttamente dal suo profilo Twitter, ecco cosa il nostro Kurt ha dichiarato ai fans:

Il Progetto Mayan è decisamente alle fase iniziali. Sarò co-creatore insieme ad un altro sceneggiatore che gestirà lo show se andrà avanti.

Odio l’etichetta “spin-off”. Lo fa sembrare un procedurale scadente. Non lo è. E’ un drama scadente.

Anche se il Progetto Mayan potrà incrociarsi con i charter di SOA, sarà uno show molto diverso. Per tono, ritmo, narrazione. Sarà unico.

Il Progetto Mayan non sarà ambientato a NoCal. [California del Nord, n.d.r.] Ciò calpesta la mitologia SOA. Tuttavia mi piacerebbe trovare un modo per usare il mio fratello @EmilioRivera48 [l'attore che interpreta Marcus Alvarez, n.d.r.]



FX lavora ad uno spin-off di “Sons of Anarchy” dedicato ai Mayans

By in agosto 26, 2015 • Filed in: News

Mayans SOA spin-off

Il mondo di “Sons of Anarchy” correrà ancora una volta su FX.

Dopo anni trascorsi alludendo al fatto che i “Sons” avrebbero avuto una serie spin-off, da EW arriva la notizia che il creatore Kurt Sutter sta lavorando alle fasi preliminari per sviluppare un nuovo show inscenato nell’ambiente motociclistico della California del Nord.

I dettagli sul progetto sono ancora scarsi. L’unica cosa certa è la trama proposta: il progetto si focalizzerà sui Mayans – l’MC Ispanico di Oakland che ha avuto dei trascorsi difficili con SAMCRO nel corso di sette stagioni. Nella serie originale, i Mayans gestiscono stabilimenti in cui si produce eroina e sono coinvolti anche nel giro della prostituzione. Sui loro giubbotti portano il leggendario “Los Asesinos de Dios” – Gli Assassini di Dio.

Sutter aveva anticipato, in precedenza, l’idea di fare un prequel su SOA, e come dichiarato lo scorso Agosto al Comic-Con, possibilmente una serie limitata. FX non ha confermato ufficialmente se la nuova serie sarà un prequel oppure no. In ogni caso, creare un nuovo drama ambientato nell’universo SOA ha parecchio senso per FX visto che “Sons” è lo show più popolare nella storia del network. Il finale trasmesso negli USA lo scorso Dicembre è stato visto da un incredibile numero di telespettatori: oltre 9 milioni.

Sutter sarà produttore esecutivo del progetto ancora senza titolo, e al momento sta cercando uno showrunner che si occupi della gestione quotidiana dello spin-off sui Mayans. Sutter resterà concentrato sull’imminente medieval-drama “The Bastard Executioner”, che debutterà il 15 Settembre (con protagonisti Lee Jones, Stephen Moyer, Katey Sagal e Ed Sheeran). Sutter ha anche scritto la sceneggiature del film “Southpaw” con Jake Gyllenhaal, che è stato rilasciato nei cinema statunitensi lo scorso mese.

Il progetto sui Mayans sarà prodotto da Fox 21 Television Studios e FX Productions.



Kurt Sutter è ancora interessato ad un prequel “FIRST 9″

By in agosto 10, 2015 • Filed in: Articoli, Kurt Sutter, Prequel First 9

Sons of Anarchy

Se Jax Teller (Charlie Hunnam) è salito, forse, nel “grande club delle moto” in cielo, noi non siamo ancora pronti a lasciar andare il mondo di SAMCRO.

Sono trascorsi più di 8 mesi da quando la serie di successo FX “Sons of Anarchy” ha mandato in onda il suo finale, un episodio che ha lasciato senza parole e sconvolto i fans di tutto il mondo; ma persino mentre scorrevano i titoli di coda, provavamo il disperato bisogno di avere ancora più avventure su Jax e il resto del suo club.

E! News ha avuto la possibilità di parlare con Kurt Sutter durante il press tour estivo dei TCA tenutosi a Los Angeles nei giorni scorsi, dove il creatore/showrunner/scrittore/attore ha presentato la sua nuova serie per il network FX “The Bastard Executioner”. La prima domanda non poteva non essere che la seguente: Dovremmo abbandonare ogni speranza per un prequel FIRST 9 sui fondatori di SAMCRO?

“E’ qualcosa di cui abbiamo parlato. E’ qualcosa a cui siamo interessati. Siamo davvero interessati. Penso che la tempistica per la realizzazione dipenda da quali saranno gli sviluppi futuri. Per me, e il network, la scelta ovvia e corretta è convogliare le energie in The Bastard Executioner per il momento.”

Sutter è entusiasta nell’affrontare con “The Bastard Executioner” un tono e un’ambientazione che sotto il punto di vista della narrazione sono totalmente nuovi e differenti rispetti a “Sons of Anarchy”, si tratta infatti di un dramma d’azione medievale, un genere con cui Sutter si cimenterà per la prima volta dopo aver trascorso 7 stagioni con un club di motociclisti fuorilegge.

“Sapevo di non voler fare nulla che fosse collegato a Sons immediatamente dopo la sua conclusione. Non volevo riprendere proprio da lì e fare un prequel o altro di simile. Volevo concedere un paio d’anni per lasciar respirare la storia, prima di ritornare ad occuparcene. Ma la nostra volontà c’è sempre e non è andata via. Vedremo nei prossimi 2 anni o almeno il prossimo anno con TBX come andrà e poi decideremo sul da farsi.”

»Continua a leggere



Video dietro le quinte del servizio fotografico di Charlie Hunnam su “King Arthur”

By in luglio 23, 2015 • Filed in: Articoli, Charlie Hunnam

king-arthur-hunnam

Mentre sul set per l’esclusivo servizio fotografico EW dedicato a Re Artù, Charlie Hunnam, ex star di Sons of Anarchy – tra una serie di flessioni e l’altra – ha presentato la sua nuova versione del leggendario personaggio.

“Prima di tutto, è il Re Artù di Guy Ritchie. Lo conosciamo come teppista di strada. Non c’è niente di nubile in lui all’inizio.”

Per Charlie Hunnam, un grande incentivo nell’assumere il ruolo è stato rappresentato dalle armi, infatti mentre questo Artù non sarà come nessuno di quelli visti finora trasposti in tv o al cinema, continua a brandire la spada che tutti noi conosciamo: Excalibur.

“E’ una spada bellissima. Abbiamo fatto un ottimo lavoro nel realizzarla. Ci sono alcuni caratteri antichi e una piccola curvatura che potete vedere molto nelle lame Giapponesi oggi. Ero così eccitato quando ho visto questo cristallo. Mi ha riportato alla mia infanzia, mettendo biglie in cima alle mie spade o altro che io stesso costruivo.”

C’è un rovescio della medaglia, tuttavia. Per quanto possa essere dolce impugnare una spada per un paio di mesi, la relazione tra attore/arma alla fine giunge ad una conclusione.

“Ho trascorso un’enorme quantità di tempo con questa spada, e mi è stato detto che in nessun caso mi è concesso rubarla quando il film sarà finito. Ma questo è tutto da vedere”.