Tutto sul nuovo progetto di Kurt Sutter: il comic book “Lucas Stand”

Kurt Sutter Lucas Stand

Come vi avevamo già anticipato qualche giorno fa sulla nostra pagina FB, Kurt Sutter venerdì 25 Marzo ha partecipato al WonderCon’16 e durante una conferenza stampa, insieme al caporedattore di BOOM! Studios Matt Gagnon e al Presidente Publishing & Marketing Filip Sablik, ha annunciato il suo nuovo progetto. Non si tratta di una serie televisiva bensì di una nuova serie originale di comic books (fumetti). Beh… se l’inferno dovrà avere un suo sicario, allora probabilmente sarà meglio che sia proprio Kurt Sutter ad idearlo.

Infatti, la mente geniale dalla quale è nato il biker drama d’ispirazione Amletica “Sons of Anarchy”, questa volta vira al fantasy e ad atmosfere sovrannaturali e ultraterrene con “Lucas Stand”, il cui debutto nei negozi fisici e online è previsto per l’1 Giugno 2016.

Scritto da Sutter e Caitlin Kittredge (Coffin Hill) con disegni di Jesús Hervás, l’ex showrunner di SOA ammette che la figura centrale del personaggio di Lucas Stand è “l’antieroe o eroe più oscuro che abbia mai creato…” e questo la dice lunga.

Lucas è un ex soldato dei Corpi Speciali che ha visto e fatto cose atroci. Tornando a casa, si isola dalla società e dalla sua famiglia. Portare un tale fardello diventa troppo per lui, così cerca di suicidarsi. Invece di morire, però, viene risparmiato dall’angelo oscuro Gadriel, dicendogli che l’equilibrio tra paradiso e l’inferno si è perso perché troppi demoni sono fuggiti sulla Terra.

“Nel corso della storia dell’umanità, i mortali che tecnicamente non erano persone malvagie e non avrebbero dovuto atterrare all’inferno, sono stati corrotti tantissimo dal modo in cui abbiamo imparato a vivere,” Sutter spiega, “e le tentazioni, l’avidità e l’opulenza dei nostri stili di vita hanno portato le persone che avrebbero dovuto trovarsi su un percorso più altruistico verso il lato oscuro.”

Così Gadriel fa un patto con Lucas: per ogni demone che uccide, risparmiando così un’anima, uno dei suoi peccati verrà sottratto dalla sua pena, in modo che possa riscattarsi e andare avanti.
Lucas ha un’antagonista femminile alle costole, che cerca di sabotarlo e favorire la rovina dell’umanità. Mentre è a caccia di demoni, Lucas compie delle missioni viaggiando indietro nel tempo, spaziando dalla Resistenza Francese durante la Seconda Guerra Mondiale al Vietnam, dove vede suo padre prima che venga ucciso nel conflitto.

Sutter, in origine, aveva ipotizzato un format tv per “Lucas Stand”, infatti FX aveva opzionato lo script nel 2013 per una potenziale serie, ma ammette “erano più curiosi che emozionati”. Ciò nonostante, ha continuato a provare interesse e l’idea di rompere con i suoi abituali schemi, per esplorare una mitologia e un personaggio così intriganti, suscitava ancora una forte attrazione.

12530966_245186825832553_1751518803_n

Presto, si è reso conto della portata e della logistica che avrebbero richiesto le riprese di un eventuale show “è improducibile nel mondo della TV”, e che “potrebbe, potenzialmente, vivere meglio su un mezzo di comunicazione diverso”. Così ha proposto l’idea a BOOM! Studios, che l’ha abbracciata immediatamente.

“Ho sempre detto che le moto, i giubbotti di pelle e le esplosioni erano le caramelle che tentavano le persone a guardare Sons. Ma è stata la sfera emotiva e la dinamica famigliare a farle rimanere. Perché far saltare roba all’aria ogni settimana alla fine stanca”.

L’arco narrativo lungo sette stagioni di SOA ormai è stato raccontato – Sutter attualmente sta sviluppando, “The Mayans”, uno spin-off (targato sempre FX Networks) che si concentra sui motociclisti messicani di SOA – “The Bastard Executioner” è stato cancellato dopo soltanto una breve stagione, a causa dei bassi ascolti, “Lucas Stand” dà a Sutter, quindi, la possibilità di raccontare una saga completa senza limiti, senza problemi di budget per gli effetti speciali o la minaccia incombente di cancellazione.

“Ci sono tutti questi demoni folli e strumenti straordinari di morte, e adesso sono in grado di gestirli, senza preoccuparmi di ‘Come facciamo con questa imprecazione?‘” Sutter dice con una risata. “Ecco, questo è davvero molto liberatorio.”

“Dal punto di vista tematico, mi piacciono le cose viscerali, mi piace l’azione, mi piace il sangue, mi piace l’artiglieria pesante ma sotto tutto questo, la redenzione è un grande tema per me. L’idea di compiere alcuni gravi errori e poi fare ciò che è necessario per riparare i danni, per fare ammenda e rimediare ai torti.”

Il progetto ha avuto anche un sostenitore inatteso nel prolifico scrittore e “re dell’horror” Stephen King, diventato amico di Sutter durante “Sons of Anarchy”.

“Per me rappresenta qualcosa che è davvero molto distante dalle mie corde, dalla mia area di competenza”, dice Sutter del suo avvicinarsi al mondo dei fumetti, ammettendo che King è servito da preziosa cassa di risonanza. “E’ stato un grande mentore e mi ha dato risposte e suggerimenti. E’ stato il mio allenatore motivazionale durante le prime fasi di questo processo”.

Lucas Stand - Kurt Sutter

Lucas Stand #1 (di 6)
Scrittori: Kurt Sutter & Caitlin Kittredge
Artista: Jesús Hervás
Artisti Covers:
Cover Principale: Lee Bermejo
Incentive Cover 1: Frazer Irving
Incentive Cover 2: Riley Rossmo
Incentive Cover 3: Scott Newman
Prezzo: $3.99
In vendita: 1 Giugno 2016
Sinossi: Sin da quando abbiamo visto per la prima volta “Sons of Anarchy”, sapevamo che il creatore Kurt Sutter avesse dentro di lui una straordinaria storia per un fumetto. Adesso ce l’abbiamo in “Lucas Stand”, la sua prima originale serie a fumetti. Se state cercando un nuovo antieroe per cui fare il tifo come per Jax Teller, Lucas Stand fa assolutamente al caso vostro.

Lucas Stand è un veterano di operazioni militari speciali che non sa reintegrarsi nella società e si è isolato emotivamente dalle persone che ama. Nel suo momento di maggiore crisi, Lucas compie un’azione dalla quale non può tornare indietro. L’inferno va a fargli visita, offrendogli l’opportunità di sistemare le cose. I demoni che scappano dall’inferno stanno sconvolgendo l’equilibrio del bene/male, e adesso Lucifero ha reclutato Lucas per rispedirli indietro. Non importa in quale epoca i demoni scappano – Seconda Guerra Mondiale, Hollywood dei vecchi tempi, Vietnam, giorni nostri – deve imparare ad adattarsi sia nel passato sia nel presente. Dotato di uno nuovo scopo, Lucas inizia a ricostruire se stesso e la sua vita, anche se lotta con il costo umano che comporta.

Fonti: [1] – [2] – [3] – [4]

Lilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *