Sons of Anarchy al Comic Con 2014: Foto e resoconto dettagliato del panel

Sons of Anarchy Panel al SDCC

Il cast di Sons of Anarchy ha partecipato per l’ultima volta al San Diego Comic Con per un panel carico di emozioni: tra anteprime scioccanti sulla stagione 7, risate e lacrime di commozione, i fans hanno detto addio alla serie diventata un cult non solo per gli appassionati del mondo biker, ma per tutti coloro che amano storie avvincenti, sempre imprevedibili, che ritraggono personaggi complessi, veri e mai banali, costantemente messi alla prova lungo il loro percorso narrativo d’ispirazione Amletica e che con la settima stagione raggiunge adesso il suo atto finale.

La premiere dell’ultima stagione sarà trasmessa negli Stati Uniti martedì 9 Settembre e Charming promette di essere più “anarchica” che mai con un Jax a caccia di sangue e nessuno può dirsi al sicuro dal suo sentiero di guerra.

All’evento insieme al creatore della serie Kurt Sutter era presente quasi tutto il cast: Katey Sagal, Kim Coates, Mark Boone Junior, Tommy Flanagan, Theo Rossi, Dayton Callie, David Labrava, Niko Nicotera e Drea de Matteo, oltre il regista e produttore esecutivo Paris Barclay.

Sutter ha spiegato l’assenza di Charlie Hunnam dicendo che era impegnato in un importante servizio fotografico per Vogue a New York, ma dopo qualche attimo ecco che sugli schermi appare Charlie in un video (a dir poco comico) nel quale invia i suoi saluti. 

“Ciao, bella gente del Comic-Con” ha detto Charlie in un “corto” (da lui stesso sceneggiato rivelerà Barclay) che simula il presunto servizio fotografico dell’attore. In esso, Charlie viene massaggiato, sottoposto a manicure, pedicure e persino servito dagli altri membri del club in quella che sembra una suite di lusso.

credits: @TVAfterDark  on Twitter

[credits: @TVAfterDark  onTwitter]

“Questa è la settima stagione dello show. Affinché uno show continui ad essere trasmesso così a lungo ha bisogno dell’imponente supporto dei fans”, dice Charlie Hunnam, prima di aggredire verbalmente Coates, Boone Jr e Flanagan per non servirlo in modo appropriato.

Il video si chiude con i suoi ringraziamenti: “Questo Charlie Hunnam vi sta dicendo Grazie, vi amo, buona notte e buona fortuna!”

Riassumiamo in dettaglio quanto visto e ascoltato al panel – ATTENZIONE SPOILERS SULLA STAGIONE 7 –

Il trailer mostrato ai fans inizia con Jax in prigione, che picchia ripetutamente un uomo sbattendogli la faccia sul pavimento del bagno. Gli alleati di Jax lo aiutano a tenere l’uomo fermo per terra. Lo imbavagliano mentre Jax gli incide una svastica sullo stomaco. L’uomo sviene, e Jax continua estraendogli i denti; mentre si allontana, è evidente quanto sia più violento e spietato che mai.

Jax non è l’unico in carcere, a quanto pare. Vediamo Juice in isolamento, nudo, con i capelli rasati, mentre fa flessioni. Ma non è  del tutto chiaro che si trovi realmente in prigione, sembra che sia in fuga. Alla fine, lui è nel posto più buio che si possa immaginare – considerando le profondità della disperazione che Juice ha già affrontato.

Fuori dalla prigione, vediamo Gemma prendersi cura dei bambini di Jax, Wendy (Drea de Matteo) preparare una valigia, Nero andare in giro e bere birra con i Maya, le pornostar fare il loro mestiere da pornostar, e il capo della polizia in pensione Wayne Unser (Dayton Callie) mentre porta dei fiori alla tomba di Tara, una lapide con nient’altro che il suo nome, le date di nascita e di morte e i numeri della sua matricola quando era in prigione.

Tutte le strade sembrano portare a un bagno di sangue per ogni singolo personaggio dello show, ma il creatore Kurt Sutter dice che ancora non sa esattamente come la serie finirà per Jax e company. La produzione dell’ultima stagione non è terminata e stanno ancora girando gli episodi.

Kurt Sutter: “So dove voglio che il nostro eroe si trovi emotivamente e tematicamente alla fine della stagione. Sto finendo di scrivere l’episodio 7 e sto editando l’episodio 4, quindi ho il potere di vedere cosa fanno questi ragazzi con i loro personaggi e le loro relazioni. Questo mi permette d’instillare la loro collaborazione nella serie. Ho un’idea di dove voglio che tutto finisca, ma non posso dire com’è o come ci arriveremo fino a quando non sarà finita”. Sto mantenendo una presa lenta sul processo narrativo. Con grande dispiacere del mio team di produzione, mi piace attenermi in modo davvero stretto al mio programma di lavoro”.

Il regista e produttore esecutivo Paris Barclay rivela che la più grande emozione provata mentre lavorava dietro la camera è stata per una scena che non ha effettivamente girato in prima persona, ed è stata la morte di Opie.

“Siamo rimasti tutti annientati con Opie. Quello è stato il momento in cui ho pensato ‘Sons of Anarchy’ è vero. Non è solo uno show”.

Kim Coates: “Tutti ma proprio tutti gli attori del cast si sono presentati in scena per Ryan Hurst mentre girava la sua ultima ripresa come Opie”.

Theo Rossi è incredulo che l’86% del pubblico pensi Juice morirà, “Mi aspettavo almeno il 95%” dice, e aggiunge che secondo lui nulla è troppo violento nello show, perché è tutto organico nel mondo creato da Kurt. “Ogni singola cosa che abbiamo fatto ha avuto un senso”.

Walton Goggins ritornerà a vestire i panni di Venus Van Dam e, proprio come aveva anticipato Charlie al TCA, Tig avrà un po’ di Venus tutta per lui in questa stagione. Cosa può dire Kim Coates della sua esperienza lavorativa con Walton? A quanto pare gli attori non hanno voluto vedere le prove di trucco e parrucco di Goggins prima di girare: “Tutti noi abbiamo visto per la prima volta Venus Van Dam quel giorno e non è stato necessario recitare” dice Kim Coates. “E’ grandioso quando lei è sul set”. Kurt Sutter: “Ce l’ho quasi duro solo a pensarci”.

Katey Sagal parla in questi termini del percorso a cui andrà incontro Gemma:

“Penso che Gemma abbia sempre mostrato vulnerabilità. Avrà ancor più sfaccettature in questa stagione. Cerca sempre di mantenere l’unità, in nome della protezione della sua famiglia. Man mano che la stagione va avanti, le sue azioni partendo da quella sorta di pura motivazione finiscono col non andare per il verso giusto. Ma vedrete molti colori diversi. E’ più complessa che mai”.

A Drea de Matteo è stato chiesto com’è lavorare con Courtney Love, che sarà guest star per alcuni episodi, ma risponde che ancora non ha filmato nulla con lei e non sa in che direzione andranno i rapporti tra i loro due personaggi. Chi invece ha già lavorato con la Love è Katey Sagal: “Courtney ha fatto davvero un ottimo lavoro”.

Il moderatore del panel legge una domanda di Stephen King che vuole sapere se Bobby farà ancora Elvis. Risposta del diretto interessato: “La domanda non può essere rivolta a me”, dice Mark Boone Jr. “Ho provato ad inserirlo nella stagione 6 ma con la natura di tutto quello che stava accadendo, non mi sembrava appropriato per Bobby” si scusa Sutter. E lo stesso accadrà anche in questa stagione. Si lamenta del fatto che è da tanto tempo che riesce a lavorare a quel lato del personaggio di Bobby. Mark Boone Jr afferma di essersi sentito “isolato” la scorsa stagione, ma ha apprezzato molto il momento in cui si è riunito al club e Bobby ha svelato le sue vere motivazioni che l’avevano portato ad allontanarsi da SAMCRO.

Tommy Flanagan parla di com’è interagire sui social networks con i fans:

“Su Twitter tutti sono così stupendi, dolci e affettuosi. Non ricevo altro che amore”.

Ma cosa c’è in servo per Chibs in quest’ultima stagione?

“La scrittura è fenomenale. Farà delle grandi cose con Tig, Jax e Bobby. Questa stagione è fantastica. Al momento stiamo girando l’episodio 6 e lo adoro.”

E tutti sembrano sottolineare che vedremo “molto più di Flanagan”, riferendosi a scene di nudo.

David Labrava non può rivelare se vedremo più Happy in questa stagione ma annuncia:

“Penso che spezzeremo un sacco di cuori quest’anno. Preparate i fazzoletti”.

Se potessero prendere una cosa dal set per portarla con sé una volta finito lo show, quale sarebbe?

Kurt Sutter risponde che prenderebbe sua moglie, e Katey Sagal ricambierebbe, aggiungendo che le piacciono le scarpe di Gemma. Kim Coates vuole “Spike the Bike”. Mark Boone Jr vorrebbe prendersi Charlie. Tommy Flanagan “L’amore dei miei fratelli e delle mie sorelle nello show”. Dayton Callie vorrebbe portarsi la roulotte. David Labrava “Non si tratta di cosa voglio prendere ma di ciò che nessuno mi potrà mai portare via, vale a dire la migliore educazione possibile per un attore, i migliori amici e i ricordi più belli”. Niko Nicotero vorrebbe portare con sé i suoi stivali. Drea de Matteo “Voglio portarmi lui, impagliarlo e metterlo sul mio camino” riferendosi a Dayton Callie.

Paris Barclay rende omaggio a Kurt Sutter:

“Devo dire che sono davvero molto grato che Kurt abbia deciso di portarci in questo viaggio”, dice il regista con un Kurt Sutter visibilmente emozionato appena l’intero cast e il pubblico si alzano in piedi per lui. Sutter toglie gli occhiali e si asciuga gli occhi. E’ un bel momento.

Kurt Sutter in preda alle lacrime durante il panel di SoA al Comic Con

Comunque vada il finale, sarà una strada emotivamente dura da percorrere per un cast e una crew che stanno portando a conclusione un viaggio iniziato ben 7 anni fa. Sutter riceve la standing ovation della Hall H e piangendo dice: “Sedetevi ca**o! Ho un’immagine da proteggere”. E aggiunge:

“Sono sopraffatto dalle emozioni. Siamo una grande famiglia di fuori di testa”, ha continuato, combattendo ancora con le lacrime. “Questa è un’esperienza dolce-amara. Preferisco vivere nella negazione, quindi odio me**a come questa. Lo rende difficile. Amo tutti a questo tavolo e abbiamo una crew incredibile. La cosa per cui sono più grato è camminare per il nostro set e sapere che tutti vogliono esserci. Tutti sono davvero riconoscenti. A tutti piace presentarsi al lavoro. Questo è il regalo per me, quindi Grazie”.

Anche se i Sons si stanno imbarcando nel loro ultimo viaggio, ci sarà ancora dell’Anarchia in futuro.

Sutter: “Stiamo avendo conversazioni serie sul prequel, che sarà sulle origini di John Teller e Piney Winston, su come hanno fondato il club. Non so se sarà una vera e propria serie, potrebbe essere una miniserie. Ma la nostra speranza è quella di lasciare la mitologia a riposto per un paio di stagioni, e poi ritornare per fare il prequel”.

Non ci saranno degli spin off della serie, perché secondo Sutter la cosa più interessante della mitologia di Sons of Anarchy sono le origini.

Oltre al prequel, Sutter ha promosso il romanzo basato sulla serie tv, chiamato “Sons of Anarchy: Bravta”. In vendita da questo autunno, ma è possibile pre-ordinarlo QUI, il romanzo si svolge dopo la stagione 4 e ha per protagonisti Jax, Opie e Chibs alle prese con i mafiosi Russi.

Kurt Sutter mostra il romanzo basato su Sons of Anarchy

Di seguito la trama:

“La sorellastra di Jax, Trinity, è stata negli Stati Uniti per mesi senza che lui ne sapesse nulla – ed è improvvisamente scomparsa. Si dirige nel Nevada con Chibs e Opie per cercarla ma scopre che Trinity è rimasta coinvolta nel mezzo di una guerra tra fazioni rivali della mafia Russia, e ciò trascina Jax e i Sons a correre in suo soccorso…”.

“Se ne volete prendere parte, date un’occhiata al romanzo” dice Sutter, spiegando che se la gente compra il libro lui sarà come William Shatner e “continuerà a fiorire con altre persone che scrivono roba e lui ci schiaffa solo il suo nome sopra”.

Alcune domande da parte dei fans:

– Affronteranno la vendetta di Jax immediatamente o gradualmente?

“Il nostro eroe è più intraprendente che mai, considerando il suo percorso nel corso della serie. E’ un profondo pensatore e spesso reagisce al caos. Ma quest’anno è come se abbia i paraocchi, è guidato da uno scopo preciso, invece di contenerlo è lui l’istigatore del caos. E’ stato come scrivere un personaggio nuovo di zecca. E la recitazione di Charlie nei primi quattro episodi è di altissimo livello”.

– Che cosa farà Sutter dopo SoA?

La sua sceneggiatura per il film “Southpaw” è attualmente in fase di riprese. Ma si tratta di un’esperienza diversa, perché non è abituato al fatto che altre persone riscrivano il suo materiale, però sa che nei film è la visione del regista quella che deve essere accontentata, così sta imparando a rinunciare a quel tipo di controllo e riscrive durante la notte.

– Scene preferite?

Per Sutter è stata quella in cui Otto veniva stuprato all’inizio della stagione 6. Barclay scherzando dice che è stata quella del corto con Charlie e gli altri attori, per via del divertimento che hanno avuto sul set mentre lo giravano. Parlando seriamente però rivela che la sua scena preferita in assoluto è la confessione di Gemma nell’episodio “Balm” che non riesce a guardare senza piangere.

– Momenti più scioccanti:

Per Theo Rossi è stato la prima apparizione di Venus, perché ha visto molto più di quanto si aspettava (si riferisce ai testicoli di Walton Goggins!); per Katey Sagal la scena in Irlanda quando punta la pistola alla testa di un bambino, ringraziando i lamenti della piccola creatura per averle reso più facile recitare quella scena; per molti attori poi il momento più sconvolgente è stata la morte della figlia di Tig… e inoltre affermano che nella stagione 7 è in arrivo una scena davvero traumatizzante.

Il panel si è concluso con un quiz game condotto da Sutter e il premio previsto per chi rispondeva correttamente alle domande (senza imbrogliare) era una t-shirt con stampato il volto di Sutter e la scritta “I Follow The Idiot Prophet”.

Kurt Sutter e la t shirt "I Follow The Idiot Prophet"

Infine, dichiarazioni e spoilers vari:

Il regista Barclay consiglia di non perdere assolutamente l’episodio 7×04 oltre alla premiere, perché non sembra ma ci sono scene chiave!

Charming dovrebbe essere considerata la capitale mondiale degli omicidi!

Kurt Sutter parlando del tema della stagione 7: “Alla fine lo show è una storia d’amore”.

Marilyn Manson è fantastico.

Katey Sagal: “Sono alle prese con la duplicità di Gemma, cosa c’è nella sua testa vs le parole che escono dalla sua bocca. Sta soffrendo per Tara.”

Fonti: [1] – [2] – [3]

TUTTE LE FOTO IN >>GALLERY<<

Lilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *