MAYANS MC: Kurt Sutter parla dello spinoff di SOA

Il creatore di Sons of Anarchy spiega quello che dobbiamo sapere su MAYANS MC, lo spinoff di SOA, prima del suo debutto negli USA il prossimo 4 Settembre.

Kurt Sutter e Elgin James insieme a 13 membri del cast di “Mayans MC” hanno presenziato alla settima edizione dell’ATX Television Festival di Austin, per parlare e mostrare le prime scene della prossima serie che aprirà un nuovo capitolo della saga di “Sons of Anarchy”.

Il cast e la crew del nuovo biker drama targato FX hanno discusso di vari aspetti e tematiche legate allo spinoff, presentando diversi personaggi e in particolare mostrando un footage del pilot che setta, in autentico stile Sutteriano, il tono della serie, la cui prima stagione avrà un totale di 10 episodi.

La sequenza di 13 minuti inizia con il protagonista Ezekiel “EZ” Reyes (interpretato da JD Pardo), appena uscito di prigione che cerca di allontanarsi dal charter fuorilegge dei Mayans al confine tra la California e il Messico.

EZ corre in sella della sua moto passando sopra un corvo già morto per strada (riferimento simbolico non molto sottile a SOA, n.d.r.) e scopriamo essere l’ex figliol prodigo che ha trascorso anni della sua vita inseguendo il sogno Americano.

Con alle spalle un tragico passato, EZ esce di prigione scoprendo che i Mayans trafficano ancora droga lavorando per il cartello Galindo, e si ritrova costretto quindi a dover scegliere tra la lealtà al MC o adottare uno stile di vita non-fuorilegge che invece preferirebbe la sua fidanzata (chiaramente non una old lady del club).

Come accade sempre nell’universo di Sutter, EZ a malincuore finisce col concordare nell’effettuare una spedizione di droga che però va per il verso sbagliato; e ciò in un certo senso ci porta a pensare che il suo ruolo nel MC ricordi un po’ quello di Jax, suggerendo stagioni di conflitti interiori. Questa dinamica è inoltre rafforzata dall’avere una figura paterna alla Clay interpretata da Edward James Olmos (nella serie sarà Felipe, il padre di EZ).

Durante il panel, Sutter ha rivelato che l’idea di creare Mayans MC risale al periodo della terza/quarta stagione di “Sons of Anarchy” ed è stata rivista dopo la fine della serie e del suo medieval drama di breve durata “The Bastard Executioner”- su cui ha scherzato dicendo “E’ stata proprio una buona idea!“.

Sutter ha affermato che, dopo un periodo necessario per lasciarsi alle spalle il flop di TBX, è ritornato carico nel mondo a due ruote per continuare la mitologia a lui da sempre molto cara, ma non voleva assolutamente creare una fotocopia di SOA:

“Il mio compito è di passare il testimone, di traghettare il pubblico dalla mitologia dei Sons a quella dei Mayans, onorando il lavoro fatto. Vogliamo ricordare da dove proveniamo, rendere omaggio ai fans e bilanciare tutto ciò con uno show che sia originale e differente, senza farlo sembrare una versione Latina di ‘Sons of Anarchy’.”

Sulla scelta di co-creare una serie tv sulla cultura Latina insieme a Elgin James:

“Sapevo sin dal principio che un uomo bianco del New Jersey non avrebbe dovuto scrivere di personaggi appartenenti al mondo Latino. Nonostante l’esperienza nello scrivere di classi popolari e del mondo MC, volevo portare una voce che fosse autentica e non di un ‘uomo bianco’. Elgin etnicamente rappresenta tutti e comprende a pieno cosa significhi essere un fuorilegge e lo spirito di sopravvivenza.”

Sul cast della serie per la maggior parte di origini Latino-Americane:

Quello che amo di questo cast è che abbiano trascorso più tempo in carcere che sullo schermo – ha detto Sutter scatenando le risate del pubblico – Il set vibrava di un’energia diversa, il livello di gratitudine è enorme. Con l’arrivo di Elgin, non ero più io l’uomo più sveglio nella stanza!

James (scrittore e regista di razza mista, ex membro della FSU, un’organizzazione nata a Boston classificata da diversi organismi preposti all’applicazione della legge come “gang”) ha sottolineato che il mondo MC e delle gang sono il risultato del sentirsi “ignorato e sminuito”:

“Quando sei bambino, non importa a quale cultura tu appartenga, vieni ignorato e sminuito, vuoi una famiglia e vuoi essere considerato. Ci sono certi modi in cui può andare, e il più veloce è ovviamente il crimine. Qui abbiamo proposto la stessa cosa.

Una gang è un gruppo di persone incasinate che cercano una famiglia… e infliggi i tuoi problemi al mondo.”

Sutter ha confermato che il clima politico attuale avrà un’influenza indiretta sulla trama dello show:

“Non è uno show politico. Non scrivo show politici, non dovrei scrivere show politici, ma, come ‘Sons’ riguardava un club fittizio e una famiglia in un mondo reale, il mondo reale ha sempre avuto un impatto sulla storia. Quindi, questo è uno show che non tratterà direttamente certi argomenti ma è ambientato al confine tra USA e Messico e sappiamo quanto sia una parte di mondo carica dal punto di vista politico ed emotivo. Perciò certe sensazioni e problematiche dovranno confluire nella narrazione, altrimenti non sarà autentica.”

Sutter ha anche dichiarato che la serie avrà luogo dopo 3 anni dalla conclusione di “Sons of Anarchy”:

“E’ un mondo post-Jax Teller. Affrontiamo in parte le ramificazioni di quell’ultimo giorno con Jax che ha cambiato il tessuto della California del Nord e scatenato una serie di effetti anche in quella del Sud.”

La serie avrà per la maggior parte un cast completamente nuovo, sebbene Emilio Rivera, che ha interpretato Marcus Alvarez durante le 7 stagioni di SOA, sarà un membro regolare in “Mayans MC”.

“Per quanto ami i miei fratelli di ‘Sons of Anarchy’, nonostante il breve tempo passato con i miei fratelli ‘Mayans’ sto vivendo il più bel periodo della mia vita – ha detto Rivera – Una delle cose che mi ha detto Kurt è stata che in ‘Sons’ ha assunto attori per interpretare veri duri, e qui invece abbiamo uomini tosti che interpretano bikers!”

Ambientato ai giorni nostri al confine tra California e Messico in un mondo post-Jax Teller, “Mayans MC” affronta le ramificazioni di quel giorno fatale presentando al pubblico una nuova storia che si focalizza su un prospect (EZ Reyes) di un charter affiliato ai Mayans alle prese col trovare la propria identità.

JD Pardo, in qualità di protagonista principale di questo nuovo capitolo, riconosce l’eredità e l’enorme fanbase di SOA e non vuole deludere le aspettative con Mayans.

“Tutti si sono impegnati al 200% in questo progetto in cui crediamo fortemente. Con la nostra dedizione vogliamo rendere omaggio a ‘Sons of Anarchy’ e desideriamo portare il nostro lavoro ad un livello superiore per onorarli.”

Mayans MC debutterà negli USA il 4 Settembre su FX. Per la messa in onda in Italia non è ancora prevista una data. Continuate a seguirci per restare aggiornati!

Fonti: DeadlineVariety

Prepare to patch over. Ride with Mayans M.C. this Fall on FX. #MayansFX

Un post condiviso da Mayans MC (@mayansfx) in data:

Lilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *