Kurt Sutter: “Mayans MC e SoA incroceranno le loro strade prima o poi”

mayans mc soa

Il co-creatore di “Mayans MC”, Kurt Sutter, ha rivelato che lo spinoff incrocerà la sua strada con quella della serie madre “Sons of Anarchy” nel corso della sua prima stagione e non solo…

Domenica 22 Luglio al San Diego Comic Con 2018 si è tenuto il panel di “Mayans MC”, l’attesissimo spin-off di “Sons of Anarchy”, il biker drama ideato da Kurt Sutter che con le sue 7 stagioni ha frantumato record su record per l’emittente FX Networks (oltre che i cuori dei suoi milioni di fans in tutto il mondo, n.d.r.).

Nella Hall H della Convention sono stati chiamati a presenziare il panel, oltre Sutter, il co-creatore e sceneggiatore Elgin James, il produttore esecutivo e regista Norberto Barba e il cast dello show guidato da Emilio Rivera (Marcus Alvarez), l’attore J.D. Pardo che interpreta il protagonista maschile principale della serie EZ Reyes, l’acclamato Edward James Olmos (il patriarca della familia Reyes) e tutti gli altri interpreti: Clayton Cardenas, Sarah Bolger, Michael Irby, Carla Baratta, Antonio Jaramillo, Raoul Max Trujillo, Richard Cabral, Danny Pino, Frankie Loyal, Joseph Lucero e Vincent “Rocco” Vargas.

Sutter ha spiegato all’affollatissima sala che la strada del nuovo show e quella della sua serie madre SoA s’incroceranno, prima o poi:

“Al momento (stanno ancora filmando gli episodi, n.d.r.) non ci sono storie che s’incroceranno. Ma Sons è un mondo vasto. Vedremo quei punti d’incrocio questa stagione e nel corso di tutta la serie. Sono due show che esistono nello stesso mondo, i Sons e i Mayans hanno una ‘relazione’, quindi voglio ricordare quel mondo, omaggiarlo, e trovare delle opportunità che mi permettano di farlo senza abusarne. Voglio proteggere la mitologia. Non voglio fare stron*ate che possano intaccare la serie originale o far incaz*are i fans!”

Sutter, notando la risposta positiva del pubblico presente all’idea di un crossover, ha aggiunto:

“Per ora, manteniamo tutto il più sacro possibile.” E scherzando: “La stagione 4 è a vostra completa disposizione!”

Comic-Con International 2018 – ‘Mayans M.C.’ Panel

“Molti di noi sono stati in prigione”, ha raccontato il co-creatore Elgin James, “e molti di noi hanno trascorso gran parte della loro vita in gang”. Riguardo alla diversità della serie su una molteplicità di livelli, ha aggiunto: “Finalmente racconteremo la nostra storia”.

Riferendosi scherzosamente al team assemblato per la serie come “sporchi figli di p****na”, Sutter ha detto di essersi preso del tempo per lavorare al progetto Mayans e ritornare al SDCC, perché voleva porre della distanza tra la fine di SoA nel 2014 e l’unica stagione di “The Bastard Executioner” prima di mettersi in marcia con l’MC Latino.

Come James, anche per Sutter la vita reale è il fondamento dello show:

“Non è che abbia iniziato il processo di casting in prigione, ma molti di questi attori provengono da quella vita, e l’autenticità è importante per me. In modo piuttosto egoistico, l’energia di questi uomini e di queste donne che sanno di dover essere da qualche altra parte ma hanno ricevuto l’opportunità di una seconda chance, non puoi immagazzinarla. E’ magica sul set. Tutti sono lì a lavorare al massimo delle loro capacità”.

Il produttore esecutivo e regista Norberto Barba ha elogiato tutto il cast dicendo che:

“Guardare i ragazzi che sono nuovi nel mondo della recitazione, portare la propria personalità e sentirsi sempre più a proprio agio di fronte la telecamera, supportati dai veterani, è toccante. Questo è uno dei tanti modi in cui hanno manifestato il senso di fratellanza all’interno dell’M.C.”

Edward James Olmos, noto per i suoi ruoli di rilievo in “Blade Runner”, “Miami Vice” e “Battlestar Galactica”, ha riassunto al meglio questa sensazione di “famiglia” all’interno del cast dicendo: “Sono arrivato nella casa giusta”.

Tutti gli attori sono grandissimi fans di Sons of Anarchy e provano una forte responsabilità nel rispettare e omaggiare la serie e il suo pubblico. In particolare, J.D. Pardo ha raccontato di aver sentito questa responsabilità già nel corso del suo provino per EZ.

Sutter ha rivelato che JD Pardo è stato provinato anche per altri ruoli prima ma “C’era qualcosa d’interessante e autorevole in lui” che gli ha permesso di portare a casa la parte del protagonista principale.

Anche Antonio Jaramillo (nella serie sarà Michael ‘Riz’ Ariza) ha letto i copioni per vari ruoli: “Penso di aver letto anche per la parte di una motocicletta!“.

E poi c’è chi come Frankie Loyal che ha guidato la sua moto fino a casa della direttrice dei casting Wendy O’Brien con un mazzo di fiori, per chiederle la possibilità di fare un provino per Mayans! Alla fine è stato scelto per interpretare Hank “Tranq” Loza, Sergeant at Arms, detto El pacificador del Mayans MC.

Per Sarah Bolger, che interpreta Emily, l’amore giovanile di EZ prima degli eventi narrati nel pilot, baciare il suo collega JD Pardo è stato uno “spettacolo”. Ma Sutter l’ha subito avvertita di non rivelare molto del suo personaggio, a parte il fatto di avere una connessione diretta ai Mayans.

Riguardo alle donne che non guidano motociclette nello show, Sutter ha voluto precisare che:

“Si tratta di autenticità. Se fosse parte della subcultura, allora ci sarebbero nello show. Ma non è così. Ci sono donne che guidano, ne conosco molte, ma in quei club fuorilegge non esistono donne come ‘membri patchati’ di un MC. Ciò non significa che non possiamo vedere donne che guidano nello show, ma non all’interno del club”.

Alla fine del panel sono stati mostrati i primi 13 minuti del pilot, che debutterà il 4 Settembre negli USA. Con una consegna di droga direzione Las Vegas che non va come pianificata, Felipe Reyes e suo figlio EZ, nuovo prospect, le scene mostrano una struttura famigliare ai fans di Sons of Anarchy, ma anche un tono proprio di narrazione rispetto a SoA.

Fun Facts:

  • FX Networks ha nuova normativa riguardo alla censura sul linguaggio: adesso la parolaccia “Fuck” è consentita, mentre ai tempi di SoA era proibita. Sutter ha raccontato che alla fine di ogni copione stila un “Fuck-elenco” per controllare se si è esagerato e quindi fare una selezione (Nei primi 13 minuti del pilot era presente almeno 4 volte!).
  • JD Pardo si è lasciato sfuggire che Charlie Hunnam ha fatto cadere la sua moto il primo giorno di riprese di Sons of Anarchy; quindi ogni attore a cui è capitata la stessa cosa “E’ in buona compagnia!”
  • Edward James Olmos ha vinto un Emmy e un Golden Globe per il suo ruolo del Tenente Castillo in “Miami Vice”.
  • “Il cast ha passato più tempo in prigione che sullo schermo” – la battuta di Sutter quando ha parlato dell’autenticità della serie.
  • JD Pardo tra le riprese del primo pilot e del secondo, con nuovi personaggi e modifiche alla trama, ha messo su circa 20 kg di muscoli che, secondo Sutter, non solo l’hanno cambiato fisicamente ma anche a livello psicologico, aiutandolo ad entrare sempre più nel ruolo e nel mondo di EZ.

Fonti: [DeadlineMayansFX]

Lilly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *